Calcolo parcella architetti: come quantificare il tuo compenso senza sbagliare?

calcolo parcella architettiOgni giorno ricevo email preoccupate di architetti che mi chiedono informazioni sull’argomento “calcolo parcella architetti”.

Le domande che mi fanno più spesso sono…

“Devo fare una ristrutturazione e avrei pensato di fare una parcella di XXXX euro…secondo te è corretto?”

Oppure

“Sul calcolo parcella architetti ci sono delle regole? Se la risposta è SI’, dove le trovo?”

Ecco perché ho deciso di realizzare questo articolo sull’argomento calcolo parcella architetti per dare un supporto a chi si ritrova ad affrontare l’amletico dubbio ovvero…

Quanti soldi devo chiedere per i miei servizi?

A proposito…ho appena pubblicato un modello copia-incolla per creare preventivi d’incarico di grande impatto per i tuoi servizi. Clicca qui sotto e accedi a questo template KILLER!

Prima di iniziare però, lascia che ti dica due cose…

Primo

Questo articolo nasce per AIUTARTI e per ORIENTARTI nella jungla dei prezzi degli architetti. Chiaramente, non ha nessuna pretesa di sostituire un avvocato o un giurista specializzato nel calcolo delle parcelle professionali.

Però…

Cercherò il più possibile di darti informazioni PRATICHE su come calcolare la parcella per i tuoi servizi di architetto, in base alla MIA personale esperienza e a quella degli studi che ho seguito negli ultimi anni.

Secondo

Ad oggi – se parliamo di servizi a privati – non esiste nessun minimo tariffario sulla parcella degli architetti. Se sei bravo o brava nel marketing puoi farti tranquillamente pagare 6 mila euro per un progetto preliminare, quando un altro architetto ne chiede appena 2 mila.

Nel calcolo parcelle degli architetti non ci sono obblighi da rispettare su minimi o massimi compensi. Ma devi fare attenzione lo stesso. Infatti il metodo di calcolo della tua parcella potrebbe essere sottoposto ad un parere di congruità, in caso di controversie tra te e il tuo cliente.

Tipo quando il cliente sparisce magicamente prima di aver saldato la parcella!

In quel caso è bene dimostrare che il calcolo della tua parcella è stato seguito secondo un criterio preciso come quelli di cui ti parlo in questo articolo.

1. Calcolo parcella architetti: onorario a percentuale

Sicuramente il metodo più utilizzato e conosciuto per calcolare la parcella degli architetti è il cosiddetto “onorario a percentuale”: in questo caso l’architetto che presta i propri servizi riceverà un compenso commisurato all’importanza e al valore dell’opera stessa.

A questo proposito, esiste uno strumento di calcolo che ti permette di avere un valore di riferimento e ritenuto generalmente valido, secondo quella che potremmo considerare la normativa di riferimento attuale ovvero il D.M. 140 del 20 luglio 2012.

Calcolo parcella architetti a percentuale: un esempio pratico

Facciamo un esempio pratico di come si applica il calcolo parcella architetti.

Tipo di lavoro  Ristrutturazione di media entità di un appartamento residenziale
Totale delle spese  100 mila euro
Servizi richiesti – Studio di fattibilità con relazione illustrativa

– Stime di spesa (valutazioni sintetiche)

– Progetto preliminare con planimetrie ed elaborati grafici

– Progetto definitivo con relazione tecnica

– Progettazione esecutiva comprensiva di particolari costruttivi

– Direzione lavori

– Attestato di prestazione energetica finale

Parcella  9’327.50 Euro (al netto di spese e imposte)
Percentuale  ~9,3%

Facciamo adesso un altro esempio. Poiché il calcolo viene fatto tenendo conto di alcune variabili, se aumentiamo l’importo dei lavori a 200 mila euro ovviamente aumenterà anche il compenso, ma diminuirà in percentuale.

Tipo di lavoro  Ristrutturazione di media entità di un appartamento residenziale
Totale delle spese  200 mila euro
Servizi richiesti – Studio di fattibilità con relazione illustrativa

– Stime di spesa (valutazioni sintetiche)

– Progetto preliminare con planimetrie ed elaborati grafici

– Progetto definitivo con relazione tecnica

– Progettazione esecutiva comprensiva di particolari costruttivi

– Direzione lavori

– Attestato di prestazione energetica finale

Parcella  15’180 Euro (al netto di spese e imposte)
Percentuale  ~7,5%

Ecco perché normalmente si tende a considerare che, per questi tipi di servizi standard che vanno dallo studio di fattibilità fino alla direzione lavori, il calcolo della parcella degli architetti va solitamente dal 6 al 9 per cento.

Ci sono però alcuni servizi che non rientrano nel tabellario classico. Come fare in quei casi? In quei casi, per quanto riguarda l’argomento calcolo parcella architetto hai bisogno di un metodo alternativo come ad esempio il prezzo a corpo.

2. Calcolo parcella architetti: onorari a vacazione

Se il primo metodo di calcolo non fosse sufficiente o adatto per il tipo di servizi che offri, allora hai bisogno di un sistema diverso. Per esempio quello “a vacazione”, cioè un costo orario.

Ad oggi non esiste un minimo stabilito per legge. Ad ogni modo è possibile usare, come puro riferimento, la vecchia L. 143/1949 (sì hai letto bene, 1949), e successive modifiche e aggiornamenti, che stabiliva il compenso orario per:

  • Ingegnere e Architetto: € 56,81
  • Aiutante iscritto all’Albo: € 37,96
  • Aiutante di concetto: € 28,41

Quando calcolare la tua parcella a vacazione?

Il calcolo a vacazione è utile quando il fattore TEMPO è fondamentale per svolgere i tuoi servizi, per esempio:

  • rilievi e studi in cui non c’è un’opera da realizzare;
  • convegni informativi;
  • viaggi per conto del cliente.

Se anche la parcella calcolata tramite il metodo della vacazione non dovesse fare al caso tuo, esiste sempre un’altra possibilità ovvero…

3. Calcolo parcella architetti: onorari a discrezione

Gli onorari a discrezione sono un altro metodo di calcolo che rientra nella L. n. 143/49 (Testo unico della tariffa professionale) – Capo I.

Cosa si intende per “Onorari a discrezione”?

Si tratta di compensi stabiliti secondo il criterio del professionista e non rientrano nei casi sopra citati. Ad esempio, la parcella per una consulenza professionale e specialistica può essere fatta seguendo il criterio degli onorari a discrezione.

Infatti, sarebbe impossibile calcolare un valore fisso “orario” per le consulenze, perché nel valore di una consulenza influiscono criteri molto diversi come ad esempio:

  • L’esperienza del professionista
  • L’impatto della consulenza
  • L’ambito specialistico in cui la consulenza viene effettuata

Questo perché 2 ore di consulenza tecnica da parte di un professionista sui problemi di un insediamento urbano non ha lo stesso valore di 2 ore di consulenza sul design di interni di un appartamento. Ecco perché questo metodo di calcolo rimane comunque un metodo importante nell’ambito del calcolo parcella architetti.

Calcolo parcella architetti: conclusioni

In questo articolo ti ho parlato dei metodi più diffusi per calcolare la tua parcella di architetto ovvero:

  • a percentuale
  • a vacazione
  • a discrezione

Hey…Lo sapevi che ogni architetto ha l’obbligo di redigere un preventivo PRIMA di ogni incarico? Accedi subito a questo modello copia-incolla per creare preventivi d’incarico di grande impatto per i tuoi servizi. Clicca qui sotto!

2 Comments

  1. Monica novembre 2, 2018
    • Gabriele novembre 2, 2018

Lascia un segno! Scrivi qui sotto il tuo commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

;